giovedì 29 maggio 2014

Olio Karpos, l'oro del Salento

In un piccolo paese della penisola salentina, nasce il frantoio Karpos, che grazie alla esperienza decennale nella cura attenta e scrupolosa dei suoi uliveti e quindi ad una produzione di olive di prima qualità dando così vita ad un olio dal profumo intenso ma dal gusto delicato.

Gli Uliveti sono curati, esclusivamente, con tecniche e procedimenti che abbracciano i principi dell’agricoltura biologica e conformi alle regole che la comunità europea richiede a tutti i grandi e piccoli produttori nel rispetto dell’ambiente e nella salvaguardia della salute del Consumatore.

Le olive da cui si origina l’Olio Karpos appartengono alle cultivar Oglialore, Leccise, Cellina di Nardò e vengono raccolte mediante la scuotitura. Una volta giunte nell’impianto di produzione, le olive vengono selezionate e lavorate mediante processi meccanici che mantengono le qualità organolettiche della materia prima e consentono mediante la Spremitura a freddo di ottenere un olio di alta qualità, l’olio Karpos, il quale è conservato in silos d’acciaio in atmosfera controllata da dove viene, poi, stoccato, nei diversi contenitori.
Olio Karpos

Io ho avuto modo di provare i loro prodotti
Olio di oliva extra vergine dal colore giallo pagliarino con riflessi verdacei, al gusto è fresco e dolce e profuma “di verde”. Le sue qualità rispondono pienamente a quell’olio di oliva di cui si parla nella rinomata dieta Mediterranea.
Olio di oliva extra vergine fruttato di colore verdastro; all’olfatto si apre un bouquet di profumi che ricordano i sentori della campagna salentina e al sapore dolce si fa spazio un retrogusto pungente e fresco; è un olio per palati fini.
Olio di oliva vergine dal colore dorato, limpido e il profumo delicato assicurano armonia ed equilibrio nella vostra cucina. L’olio vergine Karpos, assume caratteristiche qualitative molto simili all’olio extravergine Karpos, un prodotto genuino e delicato
Olio Karpos
KarposScopri tante curiosità sul sito ufficiale www.karpos.it o seguili su facebook

1 commento: